Torta con Crema di burro al Caffè

Avevo adocchiato questa torta da un po’. Uno perchè è con la crema al caffè (Max non beve il caffè ma adora i dolci al caffè) e due perché nel libro da cui ho tratto la ricetta essa si presenta a forma di cuore. Ultimo dell’anno a casa di amici (decido dunque di fare questa torta così faccio felice Max e sorprendo gli amici con un dolce nuovo. Ho optato per una forma tonda: il cuore per una cena tra due coppie e un bimbo di 4 mesi mi sembra eccessivo. I mal pensanti dicono perché non ho uno stampo a forma di cuore. Grrr. Devo dire che la torta non ha presentato particolari difficoltà: una torta semplice non particolarmente ricresciuta e dalla consistenza compatta che ben si adatta con la crema. Oh! Veniamo appunto alla crema. Nella foga di far qualcosa che allietasse occhi e soprattutto il palato della mia metà, non appena ho letto caffè ho concentrato tutta la mia attenzione su quella parola maldestramente dimenticando dunque di leggere il resto. Sì perché la crema era di burro. Cosa c’è di strano o sbagliato? Assolutamente nulla se non fosse che sia a me sia a Max le creme di burro dopo il secondo cucchiaino stomacano. Poco male: ormai ho deciso. Al lavoro Milena. E così la crema di burro aromatizzata al caffè e arricchita di cioccolato bianco e panna (non sia mai che la crema al burro la si lasci così da sola, “dietetica” e un po’ triste. Giammai!) vede la luce e così inondo la mia torta nel mezzo e fuori con cotanta crema. Una fetta di questa torta mi stende un diabetico (anche un non diabetico), penso. Ed è questo pensiero che  frena il mio braccio mentre a mo’ di cazzuola con la spatola ne stendo generose porzioni. Per cui decido che ci risparmio una bella ciotola e che naturalmente finisce in frigo: è contro la mia natura buttare il cibo. Chissà magari mi vien voglia di “stendere” della crema al burro su un biscotto. “Stendere” già. Essendoci il burro la crema tende ad indurirsi soprattutto se per motivi precauzionali la si ripone in frigo prima del trasporto a Milano e ancor di più se in casa degli ospiti non c’è più posto in frigo e la si lasci fuori in balcone. Ops dimenticavo: erano i giorni in cui a Milano era venuta la neve e faceva un freddo becco. Poco male la togliamo dal frigo un po’ prima per lasciare che la crema si scongeli acc volevo scrivere ammorbidisca. Forse avremmo dovuto tirarla fuori prima di “un po’ prima”. Il coltello è affondato nella torta che ha fatto presa attorno al coltello stesso. Per cui la torta continuava a rimbalzare oscillando dietro il coltello.

La parte alta dell’elmo degli Stormtrooper di Guerre stellari, avete presente? Ecco. Perfetta nella forma e d’altra parte un po’ solidificata. Diciamo che ha rubato la consistenza che mancava alla glassa della Biancaneve di S.Ambrogio … Ma buonissima, intendiamoci

Torta alla crema al caffè

E in questa danza i tartufi non sono crollati. Per decorare la torta ho preparato, infatti, dei tartufi al cioccolato fondente aromatizzati con un liquore al caffè e spolverizzati con cacao amaro sì da equilibrare il dolce del burro e arricchito il bordo della torta con granella di nocciole e mandorle a lamelle (avevo finito le nocciole così ho integrato con le mandorle). La torta è riuscita davvero bene: apprezzata dagli ospiti (il capo famiglia mi ha commosso facendo il bis dopo una prima fetta che aveva le dimensioni di un mattone! Grazie F.!) la combinazione della base con la crema è azzeccata, la crema è buona – fra l’altro distribuita ad altezza uniforme il chè ha piacevolmente colpito anche me – e il tartufo al cioccolato nero è un ottimo “livellatore” di dolcezza.

Un altro punto per lei, il mio caro affezionato Libro D’oro dei Dolci.

Grazie!

I nostri amici ci hanno aperto un Bollinger La Grande Année (un altro grazie!) che ben si è sposato con la consistenza cremosa, a sgrassare. Questa torta si sarebbe accompagnata bene anche a un Rum agricolo o altro distillato secco, ma il fegato aveva già mandato a dire che bastava così.

Annunci

Lascia pure un commento...è divertente e arricchisce il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...