Taralli con gli zuccherini colorati

Ho trascorso le vacanze in Abruzzo dai miei, ospite ben accolta anche della cucina della mia mamma. Cucina mai in stato dormiente giacché la mamma é una di quelle donne che é cresciuta (anche) tra fornelli e padelle. Pur essendo indiscutibilmente il suo regno, mamma accoglie calorosamente chiunque voglia cimentarsi con qualcosa di “mangereccio”, figurarsi poi se parliamo di dolci (di cui é golosissima), in piú fatti da sua figlia. Manco a dirlo 😉
I taralli di San Rocco sono per me un dolce squisitamente “obbligato”. I miei sono di un paese dal nome curioso, Cepagatti in cui si sono trasferiti da qualche anno ormai dopo la lunga parentesi a Pescara dove io ho trascorso la mia vita abruzzese. Non mi dilungo in approfondimenti storici – che non padroneggio con sicurezza – voglio peró menzionarvi una ipotesi sul nome del paese: “cis pagus Teati” cioé il villaggio fuori Chieti (Teate). Ebbene il patrono del paese é San Rocco che si festeggia il 16 di Agosto. Ed il dolce di San Rocco é proprio il Tarallo che vi propongo, semplice nel sapore che conquista proprio per questo. Perché sia proprio il tarallo il dolce di San Rocco sinceramente non so dirvi. Durante le feste patronali del paese sfilano carri e trattori addobbati a festa che ospitano attrezzi d’epoca: per la campagna, per la tessitura, per la lavorazione del ferro. Riportati alla luce dagli organizzatori che mesi prima girano tra le case in campagna chiedendo in prestito questi gioielli e interrogando gli anziani a riportar alla luce le abitudini di decenni passati.

20150816_101820           20150816_101709

E poi ancora figuranti che, nonostante le calde temperature, sono vestiti di tutto punto. Roba che sudi solo a guardarli. E sui carri, oppure portati a mano, cesti impagliati traboccanti taralli che a fine sfilata sono venduti e il ricavato utilizzato per l’organizzazione della festa. Da piccolina e fino all’adolescenza – trascorrendo un po’ di giorni con i nonni che ormai, ahimé, non ci sono più – non ho mancato di assistere ad una sfilata di San Rocco piena zeppa di gente che accorre dai paesi vicini. Trattori che si prestano a carrozze, mucche e tori con campanacci che tirano carri; cavalli che sfilano. Fisarmonica, bande e nastri colorati per tutto il paese.

Ed io, che non posso stare senza far dolci, ho proposto alla mia mamma di fare proprio i taralli, questa volta seguendo non la sua ricetta (giá, naturalmente, provata anni fa prima di Milesweetdiary) ma quella di Taste from Abruzzo che usa la farina 0 anziché la 00 e altre piccole varianti. E anche cosí i Taralli di San Rocco sono squisiti. Non avevo dubbi, a dire il vero 😀

20150804_082947Naturalmente ho coinvolto Max: sui taralli ho spalmato col dito (qui qualche attrezzo manca ma va benissimo cosí: é stato divertentissimo) quello che grazie al sito di cui sopra ho scoperto – dopo anni  – chiamarsi naspro e Max giú a mettere gli zuccherini colorati. Mentre il mio dolcissimo nipote gironzolava tra la sua zia e il suo zio a guardare incuriosito quello che stavamo facendo. E naturalmente del naspro é finito non accidentalmente sulla mano del “piccoletto”, come lo chiamiamo noi. E poi Taralli per tutti 🙂 Solo che ahimé per un attimo ho creduto di aver fatto un piccolo danno: mio papá ha realizzato che non c’era piú bisogno di acquistare i taralli durante le celebrazioni del Santo Patrono visto che ne avevamo giá a casa. Ma poi l’ho guardato gli ho sorriso e gli ho detto “Papá i taralli della festa non possiamo non prenderli”.

Phew … Pericolo scampato 🙂

20150804_08311320150804_084019

Grazie!

P.S.: purtroppo quest’anno è piovuto per cui le foto dell’evento non sono proprio il massimo.


Fare i taralli a Cepagatti è come giocare fuori casa al Santiago Bernabéu (lo stadio del Real Madrid). “La milanese” (un’anziana zia ci chiama proprio così: “i milanesi”) ha poi visto i suoi taralli assaggiati (e giudicati!), da almeno una dozzina di esperti locali, la gran parte di lunga esperienza.

Tanti sono stati gli assaggi che ha dovuto presto rifarli.

Per la cronaca: esame superato a pieni voti!

Annunci

One thought on “Taralli con gli zuccherini colorati

Lascia pure un commento...è divertente e arricchisce il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...