Balzac, adieu! Prendo una fetta di crostata sbriciolata con ricotta e crema di pistacchio

Non ho mollato subito. No-no. Ci ho provato. Ma NADA, NISBA. A me come scrive Balzac non piace. Non mi possono mica piacere tutti. Come del resto io non posso piacere a tutti. Ogni tanto – come anticipato – a me piace leggere i classici della letteratura italiana e non.  Di Balzac avevo già letto recentemente “Le illusioni perdute”, in francese fra l’altro, e “nsomma”. Ci ho riprovato e ho letto “Splendore e miserie delle cortigiane” – in italiano ‘sta volta – con cui continua la storia del protagonista de “Le Illusioni perdute”. E basta. Ho deciso che con Balzac ho dato. Prendo i romanzi per quello che sono come parte del suo grande progetto di scrivere la Commedia Umana. Per cui caro Balzac sono contenta di averti incontrato, “essere uscita con te” un paio di volte ma non è scattata la scintilla. Ora se non ti dispiace vedo se riesco a combinare qualcosa con qualche altro tuo conterraneo: Zola l’ho incrociato ed è stata una piacevole uscita. Magari Hugo è disponibile. Certo a me piace viaggiare e magari cambio Paese se non addirittura continente. Perchè limitarsi?! Giammai.

Mentre penso al prossimo romanzo – mio caro Balzac – io intanto una fetta di crostata che si sente una sbriciolata o di una sbriciolata che si sente una crostata con ripieno di ricotta e crema di pistacchi me la mangio. Eh sì perchè Balzac non sei solo tu che fai (nel tuo caso “scrivi”) cose che non riescono alla prima botta anche la sottoscritta. Sottoscritta – cioè io – che volevo fare una frolla con l’olio di riso al posto del burro ma non arrivavo – mi sono accorta tardi – alla quantità di farina necessaria che ho quindi deciso di integrare con amido di riso. Ed è venuta fuori questa frolla scomposta al limone gustosa e sbriciolosa che ho riempito – appunto – con ricotta e crema di pistacchi e granella di pistacchi. 

Sbriciolata con ricotta e crema di pistacchio_1

Alla fine un successo non editoriale ma gustativo sì-sì 😉

Sbriciolata con ricotta e crema di pistacchio_3

Sbriciolata con ricotta e crema di pistacchio_2

Grazie! 

 

Note tecniche: sono partita dalla ricetta della frolla classica con zucchero a velo sostituendo il burro con l’olio di riso nella proporzione standard (4/5).

INGREDIENTI: Farina 170 , 190g; Fecola 30 g;  Amido di riso  30 g; Olio di riso  120 g; Tuorli 2; Zucchero al velo  100 g; Limone grattugiato 1; Ricotta vaccina 350 g; Crema di pistacchi a occhio; Granella di pistacchi q.b.. PROCEDIMENTO: Procedere come di consueto con l’impasto della sbriciolata. Montare la ricotta con la crema di pistacchi e la granella di pistacchi. Versare più di metà dell’impasto sulla base, versare la crema di ricotta e poi ricoprire con il restante impasto. Cuocere in forno caldo a 180° fino a quando l’impasto non si staccherà dalle pareti dello stampo prescelto.

Pubblicità

29 pensieri su “Balzac, adieu! Prendo una fetta di crostata sbriciolata con ricotta e crema di pistacchio

  1. Oddio mi hai fatto tornare in mente le superiori e i libri di Balzac! Nemmeno per me è stato amore… piuttosto il contrario! Invece non posso dire lo stesso di questa ricetta che solo a leggerla mette l’acquolina! 😍

    Piace a 1 persona

  2. È partito commento😊.
    Dicevo.
    Tu esci dalla solita routine che si legge in giro.
    Riesci ad attirare l’attenzione e a risvegliare sensi ed emozioni, attraverso la poesia, il tuo vissuto, le tue fotografie.
    Riusciresti a far centro.
    Assolutamente!
    Guarda anche sto crostata! Come non impazzire al vederla e quasi a percepirne il gusto?

    Piace a 1 persona

    1. Sono FELICE! Io ho aperto il blog proprio per questo motivo: non volevo fosse un blog di ricette – non mi sento a mio agio a darne, io che ho così tanto da imparare. Volevo che fosse un diario di racconti, delle mie esperienze, pensieri, riflessioni più o meno profonde. Non importa. Come mi viene. Il tutto però accompagnato dalla dolcezza dei dolci che preparo. Amo leggere, ogni tanto riesco a scrivere qualche articolo carino ma saper scrivere è un’altra cosa. Tanti altri blogger sanno farlo. E infatti io ne seguo parecchio (come posso) che scrivono di poesie, racconti sentimenti perchè mi scaldano il cuore. Come te! ❤

      Piace a 1 persona

      1. Esatto.
        Sai miscelare racconti, ricette e articoli che fanno stare bene.
        Irradiano benessere.
        A mio avviso sai anche scrivere.
        Io mi lascio molto coinvolgere, invece.
        Grazie per le tue parole.
        Ma non sottovalutarti. A me piaci molto!
        😘

        Piace a 1 persona

  3. Vabbè non piace nemmeno a me, anzi i classici della letteratura mi inducono alla fuga molto spesso! Invece mi piace un sacco quel dolcetto, anche perché da alcuni mesi tengo duro e non ne preparo (ingrasso solo a vederli e la mia salute ne sta risentendo), quindi la vedi la bavetta sulla tastiera? 🙂

    Piace a 1 persona

      1. Sono una lettrice onnivora, che passa dai capisaldi della mia prima cultura letteraria quali la Fallaci e Pratolini, passando per semplici romanzi da spiaggia ed approdare ad Hosseini, Haruf… ma ho il Kindle che scoppia, quindi penso di averne per tutti i gusti 🙂

        Piace a 1 persona

    1. Sono contentissima che ti faccio ridere! Perché a me le parole piacciono un sacco e infatti seguo un sacco di persone che scrivono poesie, libri e recensioni. Io so di non saperle usare bene. Credo di essere spiritosa e spesso i miei articoli prendono la “mia piega” :-* Terry quante cose ci piacciono?!

      "Mi piace"

  4. E meno male che è sbriciolosa. Dovevi vedere la brisée che ho fatto ieri! (che ovviamente non ho fotografato ;). Forse non si sbriciola perchè glielo hai ordinato tu 😉 … oppure perchè gli autori francesi dell’800 le mettono soggezione ;). Dev’essere divina, comunque.

    Piace a 1 persona

  5. Che meraviglia la tua torta Mile, tra l’altro io adoro il pistacchio.
    Balzac… devo confessarti che da ragazzina lessi con autentico stupore e ricordo quella lettura come un’esperienza entusiasmante!
    Ha ragione chi ti scrive che le tue foto son perfette, è proprio così, complimenti davvero!

    "Mi piace"

  6. Sai che anche io non ho un grande feeling con Balzac? Tra l’altro ho lì in libreria anche “Splendori e miserie…” da una vita e non mi decido mai a leggerlo, in fondo è fosì carino come soprammobile 😉
    Ps. Mi piacciono moltissimo queste forme rettangolari! E ora giro il post a mia mamma per farle vedere come sono diventati social i piattini con le rose 😍

    Piace a 2 people

Lascia pure un commento...è divertente e arricchisce il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...