Olga, Rosa e il tè delle 5 – cestini di grano saraceno e mandorle con frangipane di marroni

Olga Rosa erano amiche di lunga data. Si erano conosciute in un centro di ricerca spaziale nel peregrinar lavorativo di Rosa. E si erano subito piaciute. Dopo la fine dello stage di Rosa, le due avevano mantenuto il loro rapporto di amicizia. Olga si era sposata con Nestore, il ricercatore con cui avevano seguito un progetto sui buchi neri e grazie al quale avevano vinto una borsa di studio che li aveva portati prima negli Stati Uniti e poi in giro per il mondo. E ciò nonostante erano riusciti ad avere ben 3 figli. Per Rosa era più facile capacitarsi della densità di massa di un buco nero che della vita familiare della sua amica. Rosa, invece, aveva cambiato diversi lavori e datori, e dopo aver perso l’ultimo lavoro si era decisa ad aprire con l’amore della sua vita, Andrea, un negozio di degustazione tè in cui lei preparava dei dolci che proponevano in abbinamento agli stessi. Erano trascorsi anni e km e loro, Olga e Rosa, erano sempre rimaste in contatto. Prezioso ed essenziale il loro legame soprattutto quando Andrea morì. Rosa non si abbatté sotto il peso incommensurabile del dolore. Non avrebbe potuto, non era nel suo carattere. Cominciò ad incurvarsi questo sì e non smise mai di parlare con Andrea. Dalla morte di Andrea, per caso e per affetto, le due amiche presero a vedersi ogni domenica pomeriggio da Olga per un tè. A turno preparavano i dolci da accompagnare alle tazze fumanti; spesso però Olga chiamava il giorno prima Rosa per informarla che per qualche motivo non riusciva a farne. La verità era che Olga aveva un debole per i dolci di Rosa. Ormai in pensione, la tradizione era diventata per loro un’abitudine imprescindibile, un rituale di rinforzo – qualora ce ne fosse stato bisogno – del loro legame duraturo e sicuro. E quella domenica Rosa si recó come di consueto dall’amica con un vassoio di pasticcini in pasta brisé di grano saraceno e mandorle ripieni di crema frangipane ai marroni. Nei loro appuntamenti Nestore era sempre spedito nel suo studio perché il tè delle 5 era un rituale privato e intimo delle due amiche. Quando però era ora di mangiare i dolci di Rosa, Nestore si palesava in sala con le scuse più improbabili che facevano ridere tanto Rosa e sollevare gli occhi al cielo ad Olga. Eh sì Olga era un sergente, tanto cara ma alle volte fin troppo bacchettona. Si lamentava sempre dei loro tre figli: la più grande Tara, una giornalista affermata che viveva in qualche stato degli Stati Uniti e che cambiava fidanzati con la stessa rapidità con cui cambiava la biancheria intima; Freddy, affermato avvocato al secondo divorzio “ma mamma questa è la volta buona”, e 3 figli che adorava; Matteo, l’ultimo l’eterno studioso. Olga non ricordava più quante lauree aveva. Fortuna che si era trovato una fidanzata – faceva la cameriera al bar vicino l’università dove Matteo si fermava a fare colazione – buona e rotonda come un bigné appena sfornato, ripieno di crema alla vaniglia. Si lamentava sempre, Olga, dei suoi figli ma non appena uno dei 3 la chiamava era un sdilinquirsi di dolcezza. “Tara amore mio, mangi a sufficienza? Freddy non è che lavori troppo? Matteo, tesoro, ma quando la sposi quel bigné di ragazza che ti sta accanto?” E così per non smentire il carattere rigido, quella domenica scartato il pacco di Rosa, Olga le disse: “Uhm, cotti troppo questi pasticcini? Non è che ti sei distratta con uno dei tuoi libri?” E intanto ne mangiava senza respirare. “Sembra però che la cosa non ti trattenga dal mangiarne. Uno per me ce n’é?” E in quella si palesa – puntuale come pochi – Nestore: “Buon pomeriggio Rosa! Oh, hai portato dei nuovi biscottini…. Olga, tesoro, non trovo l’ultimo numero di Topolino, lo hai visto in giro cara?” “Certo Nestore. Nel tuo studio, sulla mensola di fronte la tua scrivania come da 5 anni a questa parte da quando cioè hai deciso di fare l’abbonamento.” “Ah ecco, mi sembrava…” E Rosa prontamente “Nestore perchè non provi uno dei miei pasticcini e mi dici cosa ne pensi? Ne hai voglia? Olga, che dici, magari una delle prossime domeniche Nestore potrebbe unirsi a noi per il tè?” “Ma figurarsi! Non se ne parla nemmeno!” “Olga non essere così categorica. Un pomeriggio, dai.” “Uhm vediamo”.

Pasticcini di grano saraceno frangipane di marroni_2

Pasticcini di grano saraceno frangipane di marroni_4

Al ché Rosa guardó la sua amica negli occhi e si aprì in un sorriso pieno che diceva di tutto il loro amore nel tempo. Olga, la guardò seria e poi rispose con un sorriso accennato. Qualche secondo dopo i suoi occhi si riempirono di lacrime.

Nestore nel frattempo aveva mangiato 3 cestini di pasta brisé e andava per il quarto. Fortuna che Rosa, a casa ne aveva ancora una manciata per lei. 

Ben ritrovati a tutti nel nuovo anno che per me ricomincia con una dolce storia. 

Pasticcini di grano saraceno frangipane di marroni_5

Note tecniche: anche la nostra Rosa ha in dotazione il fantastico libro di Leonardo Di Carlo, Tradizione in evoluzione da cui arriva la pasta brisé al grano saraceno e mandorle; per la crema frangipane ai marroni trattasi di una ricetta di Olivier Lainé tratta da Le Journal du Patissier Ottobre 2018. Come al solito, chiedete nei commenti o qui: milesweetdiary@gmail.com

Annunci

26 risposte a "Olga, Rosa e il tè delle 5 – cestini di grano saraceno e mandorle con frangipane di marroni"

    1. Oh che bello! Gioia vera! Questi mi sono venuti di getto. Ora sono in un momento di poca creazione spontanea di storie, credo perché questi mesi iniziali dell’anno saranno un po’ pienotti per me. Ho un po’ di impegni personali e temo latiterò anche sul blog…ma poi spero 😀

      Piace a 1 persona

    1. Ahahah! Fra l’altro da quando lavora “solo per il vino” ha ridotto drasticamente i suoi assaggi: perché si sveglia spesso presto (prima di quanto fosse abituato) e non ha fame. E tocca consumare quasi tutto a me e/o mettere in freezer e tirare fuori all’occorrenza. Discolo Max 😀

      Piace a 1 persona

  1. Sempre un piacere passare da te e rilassarsi con le tue storie, sei proprio brava mia cara e che dire dei tuoi biscotti sono una meraviglia e sicuramente buonissimi, per adesso però ho detto basta a dolci e dolcetti mi limiterò ad ammirarli.

    Piace a 1 persona

    1. Mi piace offrirvi oltre che all’idea di un dolcetto un posto dove vi troviate a vostro agio; un posto dove trovare calore, spunti di riflessione…
      Mangiati troppi dolci durante il Natale? Pensa quest’anno per impegni vari non ho fatto il Panettone ma ne ho ancora 2 interi, regalati, da mangiare e ti dirò ne ho piacere 😀

      Piace a 1 persona

      1. Infatti passo da te quando posso leggere con calma.
        In effetti non sono molto golosa, ho preparato dei dolcetti e un pandoro, però me ne hanno regalati tanti e ancora ne ho, e finite le feste sono rimata da sola a mangiarli, ne avrò ancora per un bel po’.

        Piace a 1 persona

  2. Ma che bella questa favoletta! Mi piace un sacco iniziare la settimana così e mi piace un sacco anche la chiusa con le note tecniche (“anche Rosa aveva in dotazione…”) 😁 ps. Qualcosa mi dice che eri indecisa riguardo al nome del terzo figlio 😉😘😘

    Piace a 1 persona

    1. Aaaaaaaaaaah! Grazie corretto, mia adorata lettrice attenta 😘
      “Olga e Rosa” è venuta in un baleno, Spero che ne arrivino delle altre: mi piacciono le storie immaginate, mi piace viaggiare. E mi piacciono pure i disegni ad acquarello perchè catturano in una frazione di secondo una storia. Non c’entra niente ma mi andava di scriverlo.
      Mi chiedo: ma bisogna sedersi e imporsi anche di farsi venire idee? Forzare, educare – meglio – la propria immaginazione…credo di sì. Chissà poi perchè ci sono dei periodi in cui essa è piuttosto fervida e altri in cui si assopisce profondamente. Forse perchè è distratta da altre n incombenze, pensieri, obiettivi…Tu che dici Viv?

      Mi piace

Lascia pure un commento...è divertente e arricchisce il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...