Sbriciolata alla farina di farro e olio di cocco con crema di ricotta e amarene

É incredibile come evolvano e si definiscano i gusti nel corso della vita. Naturalmente pesano le tradizioni culinarie di provenienza e senz’altro una certa inclinazione personale. Da adulta, grazie anche a Max, io ho cominciato a mangiare i capperi  e il gorgonzola. E ora li ADORO! La birra, che da più gggggiovane bevevo solo perché si usciva e la prendevano tutti, ora me la gusto che è un piacere. Per non parlare dei canditi. Poveri canditi. Secondo me sono tra i cibi più detesti dai bambini. Io credo si possano contare sulle punta delle dita di una mano i bambini cui piacciano i canditi (e fu così che fu vergognosamente smentita dai suoi lettori…) A Pescara c’era e c’è (credo) una gelateria famosissima che – all’epoca di sicuro – faceva degli ottimi gelati. E alcuni gusti classici erano con i canditi. Se mi capitava un candito nella crema apriti cielo, manco m’avessero sgozzata. Uh signur che scene! Non li sopportavo proprio. Ecco, chiedetemi ora se mi piacciono. C’è da dire che non tutti i bambini superano questi traumi: mia sorella non li mangia ancora. E a Natale io la guardo rimuovere i canditi dalla fetta di panettone, guardo la fetta, guardo lei e penso: “No non è vero. Sto sognando.” E naturalmente i canditi – e anche l’uvetta… !! – poi li mangio io. Un altro blocco alimentare per me erano le amarene. Le vedevo spesse volte candite quindi rientravano nella categoria alimentare cui io avevo messo il bando. Però poi mangiavo il gelato all’amarena e mi piaceva un sacco. La svolta c’è stata quando siamo andati in costiera amalfitana e lì un giorno per colazione ci hanno offerto il tipico biscotto all’amarena. Mi ripromisi poi di fare il “grande passo”. Acquistai il barattolo di amarene. Lo aprii; lo annusai e fu amore alla prima sniffata. E infatti ora mangio le amarene che è un piacere! Da qui il dolce.

Sbriciolata al farro_cocco_ricotta_amarene_4

Sbriciolata al farro_cocco_ricotta_amarene_3

Ho la sensazione che per questo dolce io mi sia lasciata ispirare da qualcosa che ho visto in giro su Instagram ma siccome il ricordo non è nitido non saprei dirvi. Per cui se chi l’avesse realizzato per prima passasse di qui, chiedo venia ma la mancata citazione non è determinata da scorrettezza bensì da puro vuoto – se del caso – di memoria. Io l’ho pensata come una sbriciolata alla farina di farro integrale spessa – la mia fin troppo – in modo da raccogliere una semplice crema di ricotta, zucchero a velo e uova e tante tante gustose amarene. 

Voilà e grazie! 

Sbriciolata al farro_cocco_ricotta_amarene_2

Note tecniche: come vi dicevo sono partita dalla ricetta base della sbriciolata sostituendo 3/4 di farina 00 con farina integrale di farro; parte del burro è stata rimpiazzata dall’olio di cocco e poi una crema semplice a base di ricotta vaccina, un po’ di zucchero a velo e 1 uovo; per finire amarene e il loro succo. Se avessi messo altro limone nell’impasto della sbriciolata ancora meglio 😉 E se voleste tutte le dosi basta scrivermi: milesweetdiary@gmail.com.

29 risposte a "Sbriciolata alla farina di farro e olio di cocco con crema di ricotta e amarene"

  1. A me è praticamente sempre piaciuto tutto, quindi non ci sono state grandi rivoluzioni nel mio menù! Però nelle preferenze sì, e a distanza di tempo vedo che sono spesso andata a periodi, privlegiando alcuni alimenti a discapito di altri. Le amarene, però, non hanno appassionato mai neanche me. Che sia arrivato il loro turno? 😉

    Piace a 1 persona

  2. Anch’io ho superato parecchi “blocchi” alimentari! Da bambini tantissime cose sembrano disgustose per poi chiedersi da grandi come sia possibile essersi privati per così tanto tempo di cotanta bontà!!!
    Golosissima la tua sbriciolata…essendo sempre stata amante delle amarene l’avrei gradita in ogni fase della mia vita 😛

    Piace a 1 persona

  3. Pensa che io da bambina ehm….forse mangiavo il doppio delle cose che mangio ora. Ero una fogna nel vero senso della parola! Comunque rimango sempre una gran bella forchetta, eh?! Basta guardarmi e capire, ahahahahah
    Una meraviglia questa tua sbriciolata, chapeau!

    Piace a 1 persona

  4. Mia sorella è uguale alla tua! Una volta, mi fece arrabbiare, e per ripicca le misi l’uvetta nel dolce! Però lei non se ne accorse e lo mangiò di gusto… Che diamine! A me, invece, il biscotto all’amarena non piace 😦 in realtà neanche il babbà e il caffè!

    Piace a 1 persona

    1. Aaaaaaaaaa anzi doppio aaaaaaaa! 1 perché sei riuscita a far mangiare il dolce con l’uvetta a tua sorella il ché mi fa pensare che sia più che altro un blocco psicologico. E 2 perché non ti piace il babà!? Ad onor del vero nemmeno a me fino a quando, QUEST’ANNO, per il mio compleanno siamo andati in un ristorante a Milano il cui cuoco è napoletano. Abbiamo preso il menu completo che termina con, anche, il babà. Ila, me lo ricordo ancora tanto era buono e la bagna non invadente. Sublime!!

      Piace a 1 persona

      1. L’ho fatto anche con mio fratello, che odia i peperoni! Cucinai una cosa messicana, lui la mangiò anche di gusto e io gli feci “comunque c’erano i peperoni”… Sono una persona cattivissima u.u
        Eh non lo so! Eppure ci ho provato, gente napoletana mi ha portato anche nelle loro pasticcerie preferite a mangiare il babà, ma niente! Sarà che i dolci bagnati con troppo liquore non mi fanno impazzire, se fosse bagnato con altro, sono sicura che ne mangerei dozzine!

        Piace a 1 persona

        1. Anche io ho lo stesso problema con i dolci bagnati proprio non mi piacciono. Ma quello là ti assicuro era sublime. Mi ci sono avvicinata con diffidenza proprio perché non mi piacciono ma non appena assaggiatolo …WOW. Secondo me il pasticcere è stato bravo a dosare la quantità di rhum e credo fra l’altro non fosse tutto rhum, diluito…ma non diciamolo in giro magari era una mia impressione e il cuoco si arrabbia 🤣

          Piace a 1 persona

          1. Ahahahaha allora mi piacerebbe assaggiarlo! Io dovrò assaggiare quello di una pasticceria che piace molto a una mia amica che vive a Bologna, infatti ogni volta che vado a trovarla, le devo sempre portare almeno un babbà e una sfogliatella da là, però io ancora non l’ho mai assaggiato!

            Piace a 1 persona

  5. Vabbè io sono quella che a casa si mangia gli scarti, dalle uvette ai canditi per poi passare al grasso del prosciutto che me lo contendo con i cani (mio marito lo dà ai cani e io mi arrabbio perché farei volentieri a scambio con la parte magra)! E comunque, detto tra noi, ho sempre divorato tutto 🙂
    Guarda che quel ripieno ricottoso è da sbrodolamento assoluto, ho una fame che nemmeno te l’immagini e ancora il pranzo è lontano… non è che me ne lanci una bella fettina?
    Un bacio 🙂

    Piace a 1 persona

  6. crescendo si cambiano i gusti o forse a volte sono dei preconcetti che ci creiamo noi a limitarci. Il dolce è venuto benissimo e io lo assaggerei volentieri senza preconcetti. Un abbraccio Milena

    Piace a 1 persona

  7. anche io da piccola ero molto schizzinosa, mi ricordo che non mi andava bene niente, ma poi ho cambiato idea 😀 😀 confermo che le mie nipotine odiano i canditi, ma non c’è problema, loro li tolgono dai panettoni/colombe e me li mangio io con gusto.
    Anche io adoro le amarene, sono così buone. Se non costassero così tanto le mangerei di continuo. Ma un vasetto non manca mai in casa mia

    Piace a 1 persona

    1. Ahahah! Ma sai che non avevo dubbi che anche alle tue nipotine non piacessero i canditi. 🙂 Con una zia che fa dolci così buoni non mancheranno occasioni per provare ad apprezzarli. Forse con le amarene avrai meno difficoltà 😉

      "Mi piace"

  8. Io confesso di essere sempre stata una gran fogna! Da bambina mangiavo davvero di tutto, forse sono diventata un pò pù selettiva da adulta … insomma, ho fatto il percorso inverso alla norma. Perchè hai ragione tu, di solito sono i bambini un pò schizzinosi, che dicono no senza nemmeno assaggiare. Deve essere ottima questa sbriciolata, adoro la farina di farro e pure le ciliegie! Che dici, son fogna anche adesso? Ahaaahhh Un bacio tesoro bello

    Piace a 1 persona

  9. Che ridere questo excursus nelle piccole idiosincrasie legate al cibo… i canditi io ancora non li mangio e faccio come tua sorella col panettone ma anche io ho superato alcuni pregiudizi. Per esempio il vino da giovane non mi piaceva 😂😂 belle foto! 😉

    Piace a 2 people

    1. Se ci mettessimo a raccontare cosa non mangiavamo da bambini secondo me ne verrebbero fuori delle belle. Davvero fa proprio sorridere sapere che da più giovane non ti piaceva il vino ahahah. Meno male che ti sei ravveduta e pure bene 😉 Grazie di tutto Viv!

      "Mi piace"

Lascia pure un commento...è divertente e arricchisce il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...