Mousse al mango, namelaka al lime in frolla alla ricotta con farro integrale

Laura era una gran bella spilungona; portava occhiali con una spessa montatura nera dietro la quale si nascondevano due grandi occhi verdi. Marco aveva avuto modo di osservarla bene perché tre volte a settimana – lunedì, mercoledì e venerdì – intorno alle 17:00 Laura si fermava a fare merenda presso il bar pasticceria, Grazie del dolce, dove Marco lavorava come cameriere. In tal modo il nostro dava una mano a casa visto che la sua famiglia ormai da anni finanziava i suoi lunghi studi in ingegneria.  E in quelle pause Laura si faceva delle gran lunghe chiacchierate al telefono con la sua amica Tes come se non ci fosse nessun’altro accanto a lei. E così, non intenzionalmente origliando ma ineluttabilmente ascoltando, Marco aveva capito che Laura dava ripetizione di italiano a dei ragazzini che claudicavano in lettere alle scuole medie; il ché le piaceva tantissimo soprattutto perché poi si concedeva una ricompensa dolce. Marco non era cotto di Laura ma quella ragazza così apparentemente spigliata e, invece, indicibilmente timida quando chiunque lei non conoscesse si avvicinava a lei, ebbene quella ragazza lo incuriosiva tantissimo. Era una gran golosa ma, a causa della sua timidezza, riusciva a scegliere con calma solo se davanti al bancone non trovava nessuno altrimenti “ripiegava” su: “unasfogliatellaperfavore” così tutto di un fiato. Un pomeriggio, Marco sapeva che di lì a poco sarebbe arrivata Laura e davanti al bancone non c’era nessuno per cui si fece in disparte. Laura entrò e si piazzò davanti alla vetrina a rimirare. A quel punto Marco provò a sorprenderla: “Buon pomeriggio signorina! Visto che lei è una affezionata cliente mi permetto di proporle una novità: questo dolce fatto di frolla alla ricotta con farina di farro integrale racchiude una mousse al mango e sopra il nostro pasticcere vi ha adagiato una namelaka al lime. Che dice vuole provarla?”. Laura, tramortita, di mille colori nascosta dietro i suoi grandi occhiali balbettò un “sis-sì” e si precipitò fuori, a sedersi all’aperto. Marco preparò l’ordinazione e gliela portò mentre Laura si nascondeva dietro i suoi immancabili libri. Poi si fece coraggio e: “Per lei signorina. Mi faccia sapere cosa ne pensa. Io sono Marco, per servirla”. Laura rimase spiazzata e colpita dalla delicatezza e dalla gentilezza dei modi di Marco. Mangiò il dolce; chiacchierò con la sua amica Tes recuperando un po’ di spavalderia. Dopo un po’ Marco le si avvicinò e le chiese: “Quindi le è piaciuto il nuovo dessert della pasticceria?”. “Sìs-sì molto buono… sì… ecco…grazie”. “Bene siamo felici!” Marco si girò, fece per andare e sentì “…io sono Laura”.

Mousse mango_namelaka lime_3 

Mousse mango_namelaka lime_4Mousse mango_namelaka lime_5

Note tecniche: per la frolla alla ricotta mi sono rifatta a Elena qui io usando farina di farro integrale; per la mousse al mango alla mitica Pinella qui; per la namelaka al lime e vaniglia di Antonio Bachour qui da Eliana. Per il tutto, invece, qui 🙂 : milesweetdiary@gmail.com.

Annunci

21 risposte a "Mousse al mango, namelaka al lime in frolla alla ricotta con farro integrale"

    1. Ahahah vero, fortunata Laura 😉 La frolla alla ricotta rispetto alle altre frolle è meno croccante e decisamente più elastica. Forse per questo dolce non è la scelta più azzeccata: credo che invece come frolla di una crostata ripiena dia il suo meglio. Ovviamente sai che la rifarò anche con lo yogurt vero? 😀

      Mi piace

Lascia pure un commento...è divertente e arricchisce il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...