“Verde ranocchio” tè matcha, fudge al cioccolato e amarene, frolla alle carrube

Non è che sia proprio verde ranocchio anche perché di che colore sia un ranocchio vero non ce l’ho in mente. Mi viene però in mente quel verde con cui – se girate su internet – disegnano i ranocchi. Ecco secondo me il verde del cremoso al tè matcha –o anche della mousse – è uguale a quel verde ranocchio lì. Ora sia detto anzi scritto che l’odore del tè matcha è tutto fuorché agréable, direbbero i francesi. Sa proprio di acqua stagnante (giusto per restare in tema) ma – anzi – MA l’odore pessimo scompare definitivamente nei dolci che all’opposto sono squi-si-ti! Quindi noi in casa abbiamo una quantità di tè matcha per un esercito ma lo usiamo solo per fare i dolci. Ecco. Buffi che siamo. 

Tematche_fudeg_cioccolato_amarene_frolla_carrube_6

La genesi di questo dolce ha radici agostane e abruzzesi. In totale relax fra altri tipi di verde, la fantasia si è messa a correre libera come fanno i cavalli sull’altopiano di Campo Imperatore; altopiano che, almeno una volta nella vita, merita di essere visto. Vi dico solo che è soprannominato “Il piccolo Tibet“. Ebbene in quella “cavalcata” libera ho figurativamente combinato colori e sapori ed è nato “verde ranocchio”, al momento non mi è venuto in mente nome diverso: esso si compone di una frolla alla farina di carrube (portate pazienza per favore 🙏) ripiena di un fudge al cioccolato fondente e amarene su cui ho sistemato un cremoso al tè matcha.

Tematche_fudeg_cioccolato_amarene_frolla_carrube_10

Tematche_fudeg_cioccolato_amarene_frolla_carrube_11

Be’ direi che la fantasia qui è proprio volata libera. Uno spicchio a voi.

Grazie! 

Note tecniche: alla ricetta base della pasta frolla ho sostituito il 10% di farina 00 con farina di polpa di carrube; per la ricetta dei fudge al cioccolato fondente mi sono rifatta qui agli amici di non sprecare  io ho però aggiunto una manciata di amarene; per icremoso al tè matcha il link alla pagina, dove qualche tempo fa avevo trovato la ricetta, è non più funzionante; io ho però trascritto la  ricetta per cui per chi volesse il “tutto” eccomi qui: milesweetdiary@gmail.com.

24 risposte a "“Verde ranocchio” tè matcha, fudge al cioccolato e amarene, frolla alle carrube"

  1. Concordo con te; nei dolci anche a me piace mentre bevuto così … gnè gnè gnè 😦 Io ci faccio una Chiffon cake favolosa ma anche queste tartellette le assaggerei volentieri. Sai che quando ero piccola, in vacanza dai nonni, mangiavo le carrube, direttamente dagli alberi? A me piacciono anche così, figurati in farina. Un bacio tesoro

    Piace a 1 persona

    1. Ecco, la chiffon cake al tè matcha vorrei proprio provarla a fare sai Terry? Vengo da te a sbirciare poi 😉
      Mia madre mi raccontava che quando era piccola le carrube le vendevano al mercato e lei le mangiava. Con la penuria di risorse cui andiamo incontro che ben venga riscoprire certi sapori e, soprattutto, niente sprechi come i fichi e i cachi lasciati marcire sugli alberi. Un bacio a te!

      "Mi piace"

    1. “terribilmente elegante” mi piace assai 😁
      Ma sì arriverà anche il momento del tè matcha o dell’alga spirulina. O forse no. L’importante è seguire la “spinta” quando arriva. Come hai fatto con il lievito madre. Pian pianino è arrivato il momento per te. Un abbraccio Mel!

      Piace a 1 persona

  2. Confesso che ho avuto due esperienze con il tè matcha nei dolci (biscotti e gelato) e devo dire che non mi è piaciuto in nessuno dei due casi. Quindi non ne ho mai fatto uso personalmente, anche se devo dire che sarei curiosa di assaggiare questa tua tartelletta. Come al solito perfetta e molto originale. Mi incuriosisce molto la frolla alla carruba, dove trovi la farina di carrube?

    Piace a 1 persona

    1. Ahahah povero tà matcha. Ma secondo me se avessi provato il cremoso ti sarebbe piaciuto 😉 La farina di polpa di carrube l’ho trovato in un mercato di prodotti biologici e alternativi che fanno a Monza una volta al mese. Hanno tutte le farine possibili e immaginabili. A dire il vero non ho controllato se hanno anche la farina di cavallette…ma per quella vorrei prima provare altrove 😳

      "Mi piace"

Lascia pure un commento...è divertente e arricchisce il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...