Torta Max 2021 – n.2 ciliegie, more, basilico e pistacchio

C’è chi può e chi non può. Lui può. Si è beccato anche la seconda torta. E volete sapere la cosa “buffa”? Io non ne ho mangiata neanche una fetta! Mi hanno riferito che era ottima e che ci sono stati dei bis.

Tocca crederci. 😀

Torta_MAX_2021_v2_4

Difetti ce ne sono. Uh se ce ne sono. Tuttavia dai difetti e dagli imprevisti che ho avuto e che ho gestito ho imparato qualcosa per le prossime torte. Quindi sono felice di essermi portata a casa un pizzico di conoscenza e dimestichezza in più.

Si aggiunga peraltro che questa torta ha fatto il suo bel viaggetto in auto Monza-Milano alle 2 di pomeriggio e che le decorazioni sono state aggiunte da Max su mie precise istruzioni. Sicché è uscito di casa con il suo zainetto e il sacchetto delle decorazioni ed io dopo un po’ l’ho raggiunto presso il corsello del garage per mettergli in auto la torta in apposito porta torta. Che squadra!

Torta_MAX_2021_v2_1

Torta_MAX_2021_v2_2

Dal basso verso l’alto:

  • sablè al pistacchio e mandorla di Leonardo Di Carlo (tratta da Tradizione in Evoluzione)
  • bavarese al pistacchio Leonardo Di Carlo (tratta da Tradizione in Evoluzione)
  • torta al basilico, dal web
  • composta di ciliegie ispirata ad una ricetta di Antonio Bachour
  • namelaka di more ispirata ad una ricetta di FABRIZIO FIORANI
  • biscotto ghiacciato alle ciliegie Leonardo Di Carlo (tratta da Tradizione in Evoluzione)
  • bavarese al pistacchio Leonardo Di Carlo (tratta da Tradizione in Evoluzione)
  • decorazioni: glassa lucida trasparente, granella di pistacchi e more

Torta_MAX_2021_v2_5

La fetta non posso offrirvela giacché non ne è toccata nemmeno a me. Vi posso guidare però nelle preparazioni che dovranno essere fatte per tempo. Con un po’ di organizzazione e spazio in freezer si riesce a gestire. Parlo per esperienza. Importante è anche lasciarsi guidare dalla frutta del momento. Quando ho pensato al dolce avevo in casa una gran disponibilità di ciliegie rosse e una rigogliosa pianta di basilico.  La namelaka alle more mi era avanzata. Ho chiuso con il pistacchio che tanto piace a Max e che con il resto sta alla grande. 

A voi, grazie! 

RICETTA TORTA ALL’ACQUA AL BASILICO per uno stampo da 20 cm; arriva da qui io ho dimezzato le dosi. INGREDIENTI: farina debole 150 g (anche un mix con la farina di mandorle, per questa torta, ci starebbe benissimo); 100 g di zucchero semolato; 150 g di H2O; 45 g di olio di riso (nell’originale, semi); 10 g di basilico fresco; 6 g di lievito per dolci PROCEDIMENTO: setacciare la farina e il lievito; aggiungere lo zucchero. Mettere le foglie di basilico nel boccale di un frullatore a immersione, quindi l’acqua, l’olio e poi frullare fino a ottenere un composto verde e un po’ denso. Unire poco per volta il basilico così frullato nella ciotola con la farina, zucchero e lievito, utilizzando uno sbattitore elettrico. Versare l’impasto dentro la tortiera coperta di carta forno e cuociamo in forno caldo statico a 180° fino a cottura (circa 45 minuti; dipende dal forno). Una volta cotta, dopo 15′ sformarla e da fredda rimuovere la parte di sopra e quella di sotto di modo che resti solo l’interno della torta. Coppare in un cerchio di di 18 cm. Mettere da parte o, se non lo si usa nel giro di un paio di giorni, in freezer. 

RICETTA alla NAMELAKA di MORE: qui

RICETTA COMPOSTA di CILIEGIE: qui. Io ho diviso per due. Quando pronta versare sulla namelaka congelata in modo che la copra tutta quindi prendere il disco di torta all’acqua al basilico e fare aderire alla composta. Rimettere in freezer. 

RICETTA BISCOTTO GHIACCIATO BASE CILIEGIE: chiedo venia ma qui proprio non mi ricordo per quanto ho diviso rispetto alle dosi originali. Di certo non ne ho fatto tanto perché di biscotto congelato ho fatto il solo strato che si vede in foto (18 cm) e me ne è avanzato solo un pochino. A seguire, dose originali: INGREDIENTI: tuorli 300 g; zucchero semolato 150; destrosio 60 g; purea di frutta 650 g; meringa italiana 300 g; panna 35% m.g. 800 (per me vegetale. PROCEDIMENTO: cuocere i tuorli con gli zuccheri a 80°C montare di seguito in planetaria con la frusta, unire delicatamente la purea di frutta, la meringa italiana e infine la panna semimontata. Versare sulla namelaka di more e mettere in freezer. 

RICETTA CREMA BAVARESE AL PISTACCHIO Qui ho diviso per 4/5 rispetto alle dosi originali per un tortiera di circa 21,5 cm di diametro INGREDIENTI: crema inglese 500g; pasta di pistacchio 100% 125; gelatina in fogli 12 g; zucchero semolato 100 g; panna semimontata 35% m.g. 500 g (per me vegetale). PROCEDIMENTO: sciogliere la gelatina precedentemente ammorbidita con una piccola parte di panna. Nel frattempo mescolare delicatamente la crema inglese, la pasta di nocciole e la restante panna semi montata. Aggiungere quindi la gelatina sciolta. Prendere uno stampo di circa 21-21,5 cm di diametro e appoggiarlo su una base solida coperta di pellicola. Ricoprire le pareti interno dello stampo (nel caso non sia in silicone) con dell’acetato. Versare della bavarese facendola risalire un po’ sui lati con una spatola sì da evitare buchi. Mettere in freezer per 15′. Quindi riprendere la bavarese e versarvi nel centro il cilindro di inserti con il biscotto ghiacciato alle ciliegie rivolto verso il basso. Premere delicatamente in modo che della bavarese risalga verso i bordi. Colare l’altra bavarese negli spazi vuoti e sopra quindi livellare e riporre in freezer almeno 24 h. 

RICETTA SABLÉ PISTACCHIO MANDORLE Io ho diviso per 5 le dosi originali e ho ottenuto un disco da 24 cm di diametro più diversi biscottini INGREDIENTI: burro  82% di m.g. 550 g; farina debole 1000 g; bacca di vaniglia 2 g (io estratto); buccia di limone grattugiata 4 (io omessa); buccia di arancia grattugiata 4 g (omessa); sale fino 8 g; polvere di mandorle/nocciole/pistacchio (io ho fatto un mix pistacchio mandorle) 220 g; zucchero a velo 400 g; uova intere 160 g; tuorli 170 g. PROCEDIMENTO: sabbiare burro e farina, aromi e sale; unire le uova e i tuorli e di seguito la polvere di frutta secca scelta e il velo. Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo e sodo. Far riposare in frigo a +4°C tutta la notte. Stendere allo spessore desiderate, coppare a 24 cm di diametro e con quello che avanza divertirsi a fare degli ottimi biscotti. Cuocere a 160°C per circa 20′ (varia da forno a forno) MONTAGGIO: 4-5 h prima del servizio, scaldare un bel po’ di gelatina trasparente e versarla sulla torta rimuovendo l’eccesso. Quindi riporla in freezer per almeno un minuto. Prendere il vassoio da portata appoggiarvi nel centro il disco di sablé, quindi prelevare dal freezer la torta, sformarle e appoggiarla sul centro del disco. Distribuire della granella di pistacchi tutto intorno alla torta. Sulla sommità della torta appoggiare un coppabiscotti di circa 8 cm di diametro e distribuire sul bordo esterno della granella e nel centro le more. Quindi rimuovere il coppa pasta. E enjoy!

 

16 pensieri su “Torta Max 2021 – n.2 ciliegie, more, basilico e pistacchio

  1. Io credo che questi nostri maritini sono davvero fortunati … questa torta deve essere una vera delizia e mi spiace non averla potuta assaggiare. Sei bravissima in queste torte stratificate e io, sinceramente, di difetti non ne vedo. Un abbraccio a e buona settimana tesoro

    Piace a 1 persona

Lascia pure un commento...è divertente e arricchisce il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...