Crostata con marmellata di arance, biscotto meringato alle nocciole e pistacchio

Boh. Cioè, non lo so. Dovrei pensarci ancora ma mica ne ho voglia.

Intendo dire: mica facile scrivere l’incipit di un articolo dopo mesi.

Considerato che la vita è andata avanti – inaspettatamente, ohibò – anche senza i miei dolci articoli, direi che serenamente faccio a meno di soffermarmi sull’incipit.

Crostata_marmellata_dacquoise_pistacchio_1

Dopo mesi di fette biscottate con confettura e talvolta marmellata – colazione che peraltro adoro – temperature ragionevoli, impegni gestibili, insomma allineamento dei pianeti perfetto, ho assecondato la gran voglia di una crostata alta, ricca e profumata e che non mi impegnasse troppo nella realizzazione. Tra le n-mila salvate da riprodurre, mi sono immediatamente ricordata della crostata di albicocche della bravissima Sonia, La Cassata Celiaca.   La mia è un po’ diversa per il semplice motivo che ho dovuto fare di necessità virtù: la voglia di quella torta si è dovuta adattare alla disponibilità degli ingredienti in dispensa e alle loro scadenze. Quindi è diventata una crostata con marmellata di arance amare di Sicilia e biscotto meringato nocciole e pistacchi. E sulla bontà, gli ingredienti parlano da soli.

Crostata_marmellata_dacquoise_pistacchio_2

Crostata_marmellata_dacquoise_pistacchio_3

A voi, grazie!

COMPOSIZIONE per una tortiera da 18 cm di diametro: pasta sablè ispirata ad una ricetta di Leonardo Di Carlo; marmellata di arance amare di Sicilia; zenzero candito (a gusto); biscotto meringato nocciole e pistacchi ispirato a quello di Stefano Laghi.

INGREDIENTI PASTA SABLÈ (riproporzionati rispetto alle dosi originali): burro freddo 120 g; farina 00 W150-160 200 g; pasta di vaniglia: ne ho messo ad occhio; la buccia di 2 limoni; sale 2 g; tuorli 36 g; zucchero a velo 80 g. PROCEDIMENTO SABLÈ : sabbiare burro, farina, aromi e sale; unire tuorli quindi lo zucchero ed impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo e compatto. Appiattire, coprire con pellicola e lasciare in frigo fino all’indomani.

INGREDIENTI BISCOTTO MERINGATO PISTACCHI E NOCCIOLE, da qui: io ho riproporzionato tutto per la quantità di albumi a mia disposizione: albumi 70 g; polvere di nocciole 53 g; zucchero a velo 62,3 g; zucchero 23,1; pasta di pistacchio 9,1; pistacchi tritati 11,9. PROCEDIMENTO BISCOTTO: montare gli albumi con lo zucchero semolato. Miscelare con la frusta la pasta di pistacchio con una piccola parte di albumi montati, Incorporare il tutto con l’intera massa di albumi montati e mescolare delicatamente la polvere di nocciole e lo zucchero a velo setacciati insieme. Aggiungere i pistacchi tritati.

MONTAGGIO CROSTATA: stendere la pasta sablè nello stampo ad uno spessore di 3-4 mm (ve ne avanzerà un pochino), prima il fondo e poi le pareti di h 5 cm; bucherellare. Cuocere in bianco per circa 15 minuti e nel frattempo preparare il biscotto. Dopo circa 15 minuti, tirare fuori la sablè, liberarla da quello che avrete usato per la cottura in bianco, distribuire della polvere di nocciole (opzionale), stendere la marmellata, 380 g, distribuire dei canditi di zenzero (opzionale), versare l’impasto del biscotto (io ho preferito versare anziché fare la spirale), livellare, spargere dello zucchero a velo e cuocere per circa 30. Tirare fuori e spargere altro zucchero a velo e dopo 15 minuti circa (dipende dal forno) tirare fuori la crostata. Io negli ultimi 20 minuti circa ho coperto con stagnola. Dopo 15 minuti rimuovete la crostata dalla tortiera. Profumo spaziale!

Pubblicità

25 pensieri su “Crostata con marmellata di arance, biscotto meringato alle nocciole e pistacchio

  1. Ma ciauuuuuuuuuuu!!! Ben tornata! Accidenti che bella questa crostata ^-^…ma non solo bella! Mi fa salivare come un lama (ecco…questa immagine non è altrettanto bella). Complimenti davvero anche se credo che avrei difficoltà a togliermi la voglia di crostata, dopo averla assaggiata, perché mi sono fatta persuasa (cit.) che crei dipendenza.
    Un grande abbraccio

    Piace a 1 persona

    1. Ma ciauuuuuuuuu a te riccia bella e cara. E’ sempre un piacere “incontrarti”. 😀
      E ti sei fatta persuasa giusta: queste crostate diverse dalle tradizionali creano davvero dipendenza. Ma che buona dipendenza! Un abbraccio a te

      "Mi piace"

  2. Sai quante volte sono entrata qui nel frattempo? Tante ☺️ Diciamo che quest’anno ce la siamo presa tutte con calma. Fortuna che coi social si resta in contatto, altrimenti c’era da andare a Chi l’ha visto 😂😂 questa Crostata me la divorerei senza complimenti altro che dieta di mantenimento ahhhahh. Un abbraccio dolce Mile è un saluto al tuo Max

    Piace a 1 persona

    1. Ma ciao Terry! Eh sì assolutamente comoda e l’andazzo sarà quello anche per i mesi a venire. Ho letto “Chi l’ha visto” e mi sono piegata in 2.
      Questa crostata va benissimo per i tuoi “sgarri” 😉

      "Mi piace"

Lascia pure un commento...è divertente e arricchisce il mio blog!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...